Che Tariffa dare al Grossista


se ne parla anche su linkedin

La filiera arriva a volte anche a 5 passaggi (calcolando i sistemi b2b di prenotazione on line che devono pagarsi le spese di manutenzione tecnica e sviluppo) e comunque il Grossista difficilmente rivenderà la nostra tariffa netta senza prima avere applicato almeno un mark-up del 15% in quanto per essere veramente un Wholesaler deve sostenere + spese degli altri componenti la filiera quindi ragionerei su un “Margine” del 35% da concedere al Grossista in modo che la filiera possa contare su un “mark-up” complessivo da applicare fra loro del 55% e su un margine da dividersi appunto del 35% circa.
in poche parole va considerando che su una tariffa di vendita di € 29 la giusta tariffa netta da dare ad un Grossista di “Buon Livello” dovrebbe essere il risultato della seguente operazione:

€ 29 X 0,65 = € 18,85

stesso dicasi per la tariffa da € 19,99 (tariffa netta per grossista)

€ 19,99 X 0,65 = € 13,00 (tariffa netta per grossista)

In ultimo andrebbe stipulato un accordo con il grossista tale da garantire alla struttura alberghiera che il medesimo non possa vendere a “meno” della tariffa di vendita indicata dall’albergatore quindi si dovrà richiedere la formula di

“Garanzia Minimum selling rate” (decisa dall’albergatore)

Con i sistemi di distribuzione elettronica che oggi mettono tutti in connessione con tutti (XML) quanto sopra è diventato impossibile da gestire, non esiterei a definirla un’utopia.

Ma ritornando al punto primario il punto primario è un’altro: conviene vendere tariffe PROMO attraverso i wholesalers?
la mia Risposta è NO … le promo vanno vendute direttamente ma dobbiamo fare un’altra considerazione prima di affermare un NO definitivo , ovvero:

Se non riusciamo ad autodistribuirci con efficacia per vendere una tariffa PROMO abbiamo bisogno del grossista … in ultimo dovremo capire se

€ 19,99 X 0,65 = € 13,00 (tariffa netta per grossista) …. questi 13 € ci conviene incassarli o è meglio tenere una camera vuota ? … se i costi fissi per esempio di una camera vuota sono pari a € 18,00 se vendiamo a € 13,00 avremo ridotto la perdita di € 5,00 (18 costo fisso – 13 tariffa che ci paga il grossista = minor perdita € 5,00) … Spunto per discussioni ulteriori? chissà … forse! Ciao

Il tuo sito ha perso posizioni? è colpa di un pinguino!


See also on Scoop.it at Condivisione e Viralità

Riccardo Nasti‘s insight:

Google ha ufficialmente lanciato Penguin 2.0, tuttavia ci potrebbe essere una certa confusione in quanto Google ne parla come versione 2.0  mentre SearchEngineLand  come Penguin 4, non fateci caso Penguin 2.0 e Penguin 4 sono la stessa cosa, in realtà Google lancia l’ultima (la 4a) e nuova versione di Penguin 2.0 potenziando gli algoritmi dedicati all’eliminazione ed alla penalizzazione dello “Spam” su Web.

Penguin 2.0 si differenzia dalle versioni precedenti in quanto applica una nuova tecnologia che aiuterà in modo sempre più determinante big G a riconoscere e  combattere lo spam. Matt Cutts ha affermato  che il 2,3% delle ricerche inglesi sarà influenzato da questo aggiornamento. Cutts ha inoltre avvertito che questo aggiornamento andrà naturalmente più in profondità, e che avrà un impatto a macchia d’olio sul web.

Se l’argomento vi interessa restate sintonizzati, seguirò l’evolversi del pinguino, per il momento volevo solo trasmettere un post veloce per informarvi che il Pinguino è  tornato  ben armato per combattere lo spam.