Amarcord – ’80 … storie di Atletica e podismo


ho scaricato questo suggestivo video “non mio” pubblicato da qualcuno che ama profondamente il “correre” . E’ un video di vero Podismo antico … forse amatoriale , di Corsa e non di Running … di Atletica e non di Sport … con pantaloncini e maglietta di cotone … nessun tessuto tecnico … meraviglia!!!

PERCHÉ #CORRERE


Perchè correre?
Ecco alcuni buoni motivi per praticare questa attività sportiva
Fa dimagrire. Lo sanno tutti: oltre a tonificare la muscolatura, l’attività aerobica aiuta a bruciare i grassi. Via, dunque, l’adipe in eccesso, a favore della massa magra. Inizialmente il responso della bilancia sembrerà non premiare gli sforzi (potrebbe capitare di registrare inizialmente un peso superiore di qualche etto a quello di partenza), ma ben presto si potrà dire addio ai chili di troppo. Purtroppo per via della circonferenza ridotta occorrerà aggiornare il guardaroba…
Riduce stress e nervosismo. La corsa è la migliore valvola di sfogo per tutti i problemi della vita quotidiana, per tutte le tensioni e le preoccupazioni dovute al lavoro o alla famiglia. intendiamoci: i problemi, quelli veri, restano; però grazie a questo sport vengono ridimensionati e affrontati con nuova carica.
Regala grande benessere. Dopo l’allenamento si è in uno stato di grazia. Ci si sente sereni ed euforici allo stesso tempo, soddisfatti e vivi quanto mai. È l’effetto delle endorfine, sostanze simili alla morfina che vengono prodotte dall’organismo durante la corsa e che agiscono soprattutto a livello del sistema nervoso centrale. Il “piacere” è tale che molti corridori ammettono di essere “corsa dipendenti”.
Ottima base per molti sport. Avere fiato e muscoli allenati consente di affrontare meglio le uscite in bicicletta, le partte di calcio o a tennis con gli amici, le passeggiate in montagna, la stagione sciistica. Un vantaggio non da poco.
Fa bene al cuore . La corsa è un vero toccasana. Svolge innanzitutto un’azione preventiva nei confronti delle malattie del cuore e della circolazione, abbassa la pressione ed quindi consigliata a chi soffre di pressione alta, a patto che l’ipertensione sia di tipo ‘essenziale’ (90% dei casi) e non dovuta ad altre malattie (reni, ghiandole endocrine). Inoltre favorisce la diminuzione del colesterolo cattivo (LDL) e l’aumento di quello buono (HDL). Previene infine l’osteoporosi se iniziata in giovane età, mentre dopo i 35-40 anni la sua pratica regolare permette di rallentare la riduzione fisiologica della massa ossea. Scusate se è poco.
Si fanno nuove amicizie. Correre in compagnia è bello e fa fare meno fatica. Forse è per questo che difficilmente un runner si allena da solo, a meno che non lo voglia. Le barriere sociali in questo sport non esistono. Per unirsi ad un podista o ad un gruppo basta chiedere. Nessuno vi dirà mai di no, anzi sarete sicuramente ben accetti. Attenzione però al ritmo: se la compagnia gira troppo forte meglio lasciar perdere, rischiate di ritrovarvi senza fiato nel giro di pochi minuti.
Migliora l’aspetto fisico. I chilometri danno tono ai muscoli e ringiovaniscono il fisico appesantito dalla vita sedentaria. I risultati sono immediati e già dopo 3-4 settimane si possono apprezzare davanti allo specchio.
Riduce l’ansia. È provato che ha effetti tranquillanti maggiori di quelli ottenibili con una pastiglia di ansiolitico e simili a quelli che si ottengono con le tecniche di rilassamento mentale. Merito del movimento e dello stare all’aria aperta, ma anche di alcune sostanze prodotte dall’organismo col passare dei chilometri.
Si dorme meglio . Diversi studi scientifici hanno dimostrato che i chilometri aiutano a riposare meglio e sono un valido rimedio contro l’insonnia.
Combatte la cellulite . Favorendo la circolazione periferica, la corsa facilita l’eliminazione nelle forme lievi e migliora la situazione in quelle più gravi. Per ottenere risultati duraturi occorre però abbinare al movimento uno stile di vita sano, che preveda un’alimentazione equilibrata e un giusto riposo.
Può aiutarci a smettere di fumare . Il fumatore che comincia a correre è facile che nel giro di qualche tempo abbandoni definitivamente le sigarette. Cos’è successo? La corsa aiuta a dire di no al fumo perché: scarica le tensioni e il nervosismo tipici di chi sta smettendo di fumare; evita di aumentare di peso, classica conseguenza dell’abbandono delle sigarette; si avverte maggiormente l’effetto negativo del fumo sulla respirazione se si corre subito dopo aver fumato molto. D’altro canto è normale non avvertire il desiderio di fumare per alcune decine di minuti dopo la corsa. In questo modo ci si accorge di non essere poi così schiavi del fumo. Ultimo motivo è che la corsa, al pari del fumo, determina nel corpo la produzione di endorfine, sostanze che provocano una sensazione di benessere. Quindi chi smette di fumare correndo non avverte la mancanza di tali sostanze.
Migliora e fortifica il proprio carattere . L’allenamento sviluppa la tenacia, la forza di volontà, la capacità di superare i momenti difficili. Qualità estremamente utili anche nella vita di tutti i giorni, sul lavoro come in famiglia.
Si vive meglio e più a lungo . Avere un fisico in forma ed efficiente significa avere maggiori possibilità di vivere a lungo e, soprattutto, meglio. Non a caso si dice che la corsa mantiene giovani…
Regolarizza l’intestino. Difficilmente sentirete dire a un podista che ha un problema di stitichezza. La cosa stimola infatti la peristalsi intestinale e velocizza il transito degli alimenti a livello gastrico. In due parole: niente più purghe o prugne secche.
E’ proprio come un bel gioco . A correre, infine, si torna un po’ bambini. Si ritrova la spensieratezza, l’eccitazione, la gioia di certi giochi, quando si faceva “a chi arriva primo” o ci calava nei panni dell’eroe di turno. Le sfide con gli altri runner, le “imprese” come il correre sotto la pioggia prepotente di un temporale o salire senza mai fermarsi fino in cima alla collina, ci portano indietro nel tempo, ci fanno giocare proprio come allora e come allora ci fanno divertire tanto, proprio tanto.

Pensare per 1574 km


Oggi l’ultima corsa del 2013 … in attesa di fare la prima del 2014 , un anno di Running … 1574 km anche per pensare … si, ammetto, fatica e volontà ma anche tanta gioia e tanto benessere “morale” prima che fisico!

Un anno di corsa

Un anno di corsa

1574 km in un anno percorsi in salita, in discesa, nel traffico, in mezzo al verde, al mare, in collina, in capitali europee, sotto la Tour Eiffel a Parigi, sotto la neve di Mosca a -12°, attorno ad AlexanderPlatze a Berlino e poi ancora Madrid, Londra, Milano, sotto la pioggia scrosciante … sotto il Sole cocente d’estate a Marotta … ma con dentro la sola voglia di correre … arrivare … sempre più in là … e durare … durare … e ancora durare, farcela!!! …. da solo con me stesso, mai in compagnia fisica di qualcuno … ma pieno dentro degli altri, dei miei pensieri, del mondo che mi appartiene, della musica …. dei figli … del lavoro … dei problemi di tutti i giorni, dei soldi che non bastano mai … pensieri e pensieri per 1574 km di corsa e di vita … vissuta a modo mio!

Buon anno a tutti … e che il 2014 ci veda in “movimento” in tutti i sensi!

 

Arrivederci a prestissimo


Carissimi Partner e Colleghi,

La vita” professionale, come per altro la vita privata, ha spesso bisogno di nuovi stimoli, di nuovi traguardi da raggiungere, di nuove sfide da affrontare, di obbiettivi da perseguire e per essere ben vissuta, personalmente credo “debba essere necessariamente variabile”!

… e quindi, anche per quanto sopra … dopo oltre 16 anni impegnativi ed entusiasmanti vi informo che
oggi è il mio ultimo giorno di lavoro al  TOP Hotel Park Bologna.

Intraprenderò una nuova e gratificante esperienza professionale e sarò coinvolto in un progetto di largo respiro presso una importante realtà alberghiera Bolognese.

Non potevo né volevo sottrarmi a questa nuova sfida.

Tuttavia mi è gradita questa occasione per riconoscere e celebrare il rapporto di stima reciproca che mi ha permesso di collaborare in perfetta sintonia con l’Azienda, il rispetto delle reciproche competenze, nel mio caso di carattere commerciale,  sono state la base attraverso la quale abbiamo operato in serenità  e  raggiunto in 16 anni diversi successi.

Ringrazio altresì i Collaboratori che mi hanno saputo seguire con pazienza, capirmi con lungimiranza e competenza, che hanno creduto in me e nel mio operato, che si sono sacrificati ed hanno condiviso i miei progetti, che mi hanno saputo sostenere e consigliare con il loro operato e che hanno rappresentato  la mia vera “forza”.

Giunga a tutti “Voi” un ringraziamento sincero e l’augurio di una carriera eccezionale unitamente alla speranza in un futuro condiviso.

Un saluto particolare ai Partner commerciali, a tutti gli Operatori e Fornitori che mi hanno sempre dimostrato la loro stima e considerazione.

A breve sarà mia premura comunicarvi i miei nuovi recapiti professionali, intanto ecco i miei privati:
riccardo.nasti@alice.itriccardo.nasti@gmail.com
mobile: +39 347 8958275

… ci sentiremo presto … molto presto!

———————————————————————————————————————————————————

Dear Colleagues and Partners ,

professional  life as private life, often need new ideas, new goals to be achieved, new challenges , goals to be pursued and to be well lived , I personally think “Life must necessarily be variable” !

after more than 16 challenging and exciting years  at the TOP Hotel Park Bologna, today I leave the company to pursue a new and rewarding experience , I will be involved in a wide-ranging project at a leading hotel group in Bologna.

I could not nor wanted to escape to this new challenge .

During these years I have had the privilege of working in perfect harmony with the company I represented , respect and mutual esteem were the basis by which we have worked together and the recipe through which we reached after a success to another .

Despite my current choice , I welcome this opportunity to recognize and celebrate the very good  relationship with the company that I am going to leave .

I also thank collaborators that they have been able to follow me with patience , with foresight and expertise, they always understood me , they believed in my work , They have sacrificed for me and they have shared my projects , They have been able to support and advise my work and They have represented my true “strength” .

To you all sincere thanks and best wishes for an exceptional career along with the hope for a shared future .

A special thanks to commercial partners , to all service providers and suppliers who have always shown their respect and consideration.

Soon it will be my duty to inform you of my new professional contact, meanwhile, below my personal contact details:
riccardo.nasti@alice.itriccardo.nasti@gmail.com
mobile: +39 347 8958275

We feel soon … very soon!

Non so se fumare fa male certamente non farlo FA BENE!


Oggi io #mezzamaratona … poi ho continuato ancora un po’ … mi sono fermato a 22,25km

Questi i dati registrati con #Garmin

Fumare? ... meglio di no!

Fumare? … meglio di no!

Ecco è tutto …. La prima volta che ho fatto una #Mezzamaratona era il 19.01.2013 e avevo smesso di #fumare da soli 9gg … percorsi 21,21km in h 2.15.22, oggi che sono ormai 11 mesi che non #fumo ho percorso 22,25km (quindi 1,03km in più) nello stesso medesimo tempo.

Fumare? ... no grazie!

Fumare? … no grazie!

Se per ipotei assurda avessi fatto una gara con me stesso, avrei lasciato il #fumatore ben 1,03km indietro e sarei arrivato circa 6 minuti prima di lui (il #fumatore) al #traguardo.

Ripeto, NON SO se fumare fa male ma di certo non farlo FA BENE!

The New #Penguin … 2.1


The New #Penguin ... 2.1

The #Penguin colpisce ancora con #penguin2.1
Articolo molto interessante da leggere

Un assaggio dell’articolo ….

Ma cosa cambia realmente? Cosa andrà a colpire questo aggiornamento? Sappiamo bene come #Google stia puntando sempre più a contenuti di qualità e ad una Link Building sempre più naturale. Solo le solite “storielle” che sentiamo da mesi oramai …..